Medicina Omeopatica Classica Hahnemanniana
Medicina Omeopatica Classica Hahnemanniana
id-evento

ID EVENTO

369068

VALIDITÀ

dal 23 gennaio al 31 dicembre 2023

Professioni

PROFESSIONI

Tutte le discipline

CREDITI

36 ECM

costo-icona

COSTO

€ 180, 00 + Iva se dovuta
Gratuita per soci IRMSO

RAZIONALE

Il Corso FAD – suddiviso in quattro incontri – approfondisce i princìpi della metodologia omeopatica hahnemanniana classica mediante l’esposizione e la discussione di casi clinici.

A non mancare la presentazione dei punti fondamentali della pratica clinica: lo studio del vissuto del malato, la selezione e la gerarchizzazione dei sintomi, la diagnosi miasmatica e l’uso del Repertorio.

Parte rilevante è volta alla riscoperta dell’importanza dell’Organon e del Trattato delle Malattie Croniche, con lo scopo di far conoscere i migliori criteri di prescrizione, di prognosi e follow up. Si discutono importanti fasi metodologiche quali: scelta del rimedio, della potenza, della scala di diluizione, della dose-quantità e degli intervalli di tempo della ripetizione del medicinale.

Problematiche, queste, che vengono affrontate anche per dare una risposta alla questione della posologia omeopatica. Ad essere analizzata e confermata l’utilità pratica dell’applicazione della Teoria delle Malattie Croniche verificando il percorso seguito da Hahnemann per definire quali sono le vere cause della malattia e cercando di far intendere come, dopo di lui, gli omeopati abbiano integrato e verificato la pratica clinica in relazione alla scelta dei sintomi caratteristici da repertorizzare.

Mediante l’esame di casi clinici si valuterà l’uso delle LM (Q), i criteri di base che permettono la scelta delle potenze LM (Q) rispetto alle potenze CH, K e FC, e i vantaggi e le prerogative della scala LM.

Nel quarto seminario – infine - si propongono analisi e verifica della validità e limiti terapeutici delle potenze CH, K, LM, FC, in base alle modificazioni dei criteri di prescrizioni, derivate dalla esperienza clinica, proposti da Hahnemann e stretti collaboratori, dai successivi principali omeopati fino ai medici omeopati contemporanei.

RESPONSABILE SCIENTIFICO

Pietro Gulia, Omeopata, Libero Professionista, Roma